Ti interessano questi laboratori?

Proposte per le scuole

Laboratori teatrali

scuola dell’infanzia

Il mondo invisibile

Il progetto Il Mondo Invisibile nasce dal desiderio di approfondire con i bambini le potenzialità comunicative del linguaggio corporeo e vocale in un contesto di gioco. Perchè giocare è una delle più significative modalità di espressione del bambino e come tale lo impegna in maniera profonda. È il primo mezzo di scoperta e conoscenza del mondo e il suo più importante canale di comunicazione. Attraverso le esperienze ludiche, il percorso vuole valorizzare l’unicità e la particolarità del bambino, per dare spazio alle sue potenzialità espressive, emotive e relazionali, nel rispetto delle caratteristiche di ciascuno.

Laboratori teatrali

scuola primaria

Alice allo specchio

Il tema della crescita e dell’affermazione di sé attraverso la scoperta delle proprie caratteristiche uniche e irrinunciabili risulta un ottimo spunto di lavoro per questo laboratorio. Lo specchio in cui ogni bambino si guarda è quello del teatro dove ciascuno, attraverso il gioco e la drammatizzazione, può sperimentare la bellezza del proprio modo di essere. Grazie al gioco teatrale il bambino vive inoltre momenti di socializzazione, di condivisione e di confronto, riconoscendo il valore degli altri, delle regole comuni e del loro rispetto.

Leggo io!

Imparare a giocare alla “scrittura vocale” ovvero sviluppare il piacere per la lettura ad alta voce, come pratica di uno strumento che introduca, unitamente alla comprensione, un più avanzato livello di reinvenzione del testo scritto e di uso creativo del linguaggio. Oltre a proporre letture scelte, l’animatore coinvolgerà i bambini alla ricerca del materiale con cui vogliono cimentarsi come lettori “ad alta voce” scegliendoli tra testi di canzoni, articoli di giornale, poesie, filastrocche, racconti.  Il tutto alternando esercizi sulla vocalità a giochi di espressività e creatività linguistico-vocale.

Laboratori teatrali

scuola secondaria di I grado

Chi è di scena

Il progetto Chi è di scena nasce dal desiderio di approfondire con i ragazzi le potenzialità comunicative del linguaggio corporeo e vocale attraverso la musica, la danza, il ritmo e l’uso dello spazio, per arrivare ad una più piena consapevolezza di sé ed apertura verso il gruppo.
Il tutto all’interno di un percorso teatrale che vede la sua conclusione nella realizzazione e messa in scena di uno spettacolo teatrale. Sperimentare altre facce della propria personalità per indagare a livelli diversi l’espressività personale. Sempre ricordando che il teatro è un gioco… di squadra!

C’ero una volta… raccontarsi e raccontare

Il laboratorio si propone come momento di esplorazione e di approfondimento di un linguaggio antico ma oggi più che mai necessario: la narrazione. È un percorso in cui i ragazzi verranno guidati a praticare la parola, a divertirsi nell’arte della narrazione, del raccontarsi e del raccontare. Giochi, letture a voce alta, piccole improvvisazioni serviranno ai ragazzi per sciogliere e liberare la loro capacità di affabulazione, di parlare in pubblico, superare la timidezza e vivere l’esperienza in modo creativo.
Attraverso un lavoro sulla narrazione e il racconto di sé, il laboratorio vuole promuovere lo scambio e la comunicazione delle proprie esperienze personali che, se narrate, si fanno dono e risorsa per la conoscenza reciproca e la convivenza partecipata.

Schede